Sei in: Skip Navigation Links
Come richiedere il rimborso per versamenti errati
Indietro

Approfondimenti: i rimborsi per i rimborsi dei tributi locali

(Ultimo aggiornamento: 9/5/2017)

La Legge 27 dicembre 2013 n. 147, art. 1 commi 722 e 723, ha regolamentato le modalità, valide per tutti i tributi locali, di restituzione in caso di versamenti in eccesso, a comune incompetente o errori nel versamento delle quote dovute allo stato o al comune:

(dettagli)

IMU/TARI/TASI - Come chiedere il rimborso se è stata versata in eccesso
  • nel caso di versamenti in più rate (esempio IMU rata acconto versata in eccedenza) è possibile compensare l'eccedenza versato in acconto con la rata del saldo. (attenzione! gli importi possono essere compensati autonomamente soltanto se riferiti allo stesso anno di imposta e tra gli stessi codici tributo).
Diversamente, è possibile richiedere il rimborso di quanto versato in eccesso utilizzando il modello previsto

oppure inviando richiesta in carta semplice nella quale devono essere indicati i seguenti elementi:
  • Annualità per la/le quale/i viene richiesto rimborso;
  • Generalità del richiedente (cognome, nome, data e luogo di nascita, residenza, codice fiscale, telefono, eventuale e-mail);
  • Imposta correttamente dovuta;
  • Imposta erroneamente versata (allegare fotocopie versamenti eseguiti);
  • Differenza richiesta a rimborso;
  • Motivazioni alla base della richiesta di rimborso;
  • Specificare le modalità preferite di erogazione del rimborso se dovuto. Si possono scegliere due diverse opzioni: 1) accredito in c/c bancario: occorre indicare le coordinate bancarie della propria banca, i dati dell'intestatario del conto e la sede dell'agenzia di credito; 2) autorizzazione a compensare: nel caso la richiesta di rimborso venga accolta il Comune invierà al contribuente apposita autorizzazione a compensare il credito con un debito purché riferito alla stessa imposta, il contribuente non può eseguire compensazioni su annualità diverse senza previa autorizzazione dell'Ufficio Tributi.


Termini di presentazione della domanda di rimborso:
Ai sensi dell’articolo 1, comma 164, Legge n° 296/2006: “il rimborso delle somme versate e non dovute deve essere richiesto dal contribuente entro il termine di cinque anni dal giorno del versamento, ovvero da quello in cui è stato accertato il diritto alla restituzione.”.


Attenzione:
Al comune vanno inviate le richieste di rimborso inerenti anche l'imposta eventualmente versata in eccesso e di competenza statale per gli immobili siti sul territorio di Mozzanica. L'Ufficio curerà l'istruttoria della pratica di rimborso comunicando allo Stato l'effettiva sussistenza del diritto al rimborso a favore del contribuente, lo Stato provvederà ad erogare il rimborso. 


MODULO PER LA RICHIESTA DI RIMBORSO IMU

VAI ALLA SEZIONE REGOLAMENTI