Sei in: Skip Navigation Links
    1^ scadenza IMU e TASI 2015
    Indietro

    Entro il 16 giugno 2015 deve essere effettuato il versamento della rata di acconto IMU e TASI 2015 (ultimo aggiornamento scheda: 22/5/2015)

    Per i calcoli della rata di acconto devono essere utilizzate le aliquote e le detrazioni approvate per il 2014, i conguagli verranno effettuati con la rata di saldo (entro il 16/12/2015).

    Il servizio di calcolo e stampa IMU e TASI è già attivo al  seguente link

     dal 25 maggio al 16 giugno è attivo anche lo sportello TASI presso l'Ufficio Tributi: orari dal lunedì al venerdì dalle 08.30 alle 10.30 (al sabato solo i lavoratori che non riescono ad accedere allo sportello della mattina settimanale). Verranno effettuati sino ad un massimo di 15 conteggi al giorno, la prenotazione può essere effettuata ritirando il numero direttamente in comune (sala d'attesa contribuenti TASI) già a partire dalle ore 08.30 di tutti i giorni. Il servizio di calcolo e stampa TASI viene effettuato con precedenza ai contribuenti che possiedono solo abitazione principale ed eventuali pertinenze.

    TASI 2015 - FATTISPECIE
    ALIQUOTA BONUS FIGLI (€)
    ABITAZIONI PRINCIPALI+PERTINENZE (le stesse ammesse per IMU 2012: 1 sola per ciascuna tipologia catastale C/6  C/2  C/7) 2,2 per mille 30,00/cad per ogni figlio di 26 anni non compiuti
    FABBRICATI RURALI STRUMENTALI 1 per mille  

    Nota bene TASI: il bonus figli deve essere rapportato al numero di comproprietari residenti nell'immobile indipendentemente dalle loro quote di possesso; esempio: TASI dovuta per un immobile in comproprietà con marito e moglie di cui la moglie detiene il 70% e il marito il 30%. Per il figlio minore di anni 26 dimorante e residente nello stesso nucleo familiare il bonus di 30 euro va suddiviso in parti uguali tra i genitori comproprietari.

    Novità 2015 per i cittadini italiani residenti all'estero: è possibile applicare la TASI (in tal caso con riduzione di 2/3) ad una sola abitazione posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto (non altri diritti reali di godimento) purchè da parte di cittadini italiani non residenti in Italia e iscritti all'AIRE e già pensionati nel Paese di residenza, inoltre a condizione che non sia locata o data in comodato d'uso. Se non ricorrono queste condizioni (tutte), l'immobile è considerato "altro fabbricato" e pertanto soggetto a IMU. Si ricorda inoltre che per l'anno 2014 la TASI non era prevista per i cittadini italiani residenti all'estero che quindi hanno versato l'IMU come altri fabbricati (aliquota 10,6 per mille o con riduzione se data in comodato d'uso gratuito tra genitori e figli).

      

    IMU 2015 - FATTISPECIE
    ALIQUOTA AGEVOLAZIONI/DETRAZIONI/NOTE

    ABITAZIONI PRINCIPALI+PERTINENZE (solo per case "di lusso" accatastate in A/1-A/8-A/9)

    F24 codice 3912

    3,8 per mille 200,00 EURO DETRAZIONI (ma nessun bonus figli)

    AREE EDIFICABILI

    F24 codice 3916

    9,5 per mille  

    UFFICI (A/10) NEGOZI (C1) LABORATORI E MAGAZZINI (C3/C4/C5)

    F24 codice 3918

    9,5 per mille
     
    BANCHE (D5) 10,6 per mille Il versamento della quota statale calcolato su aliquota base 7,6 per mille e quota comunale calcolato su aliquota 0,30 (codici F24 3925 Stato e 3930 Comune)
    Altri fabbricati industriali in categoria D (escluso rurali strumentali) 9,5 per mille Il versamento della quota statale calcolato su aliquota base 7,6 per mille e quota comunale calcolato su aliquota 0,30 (codici F24 3925 Stato e 3930 Comune)

    TERRENI AGRICOLI (sia di privati che di proprietà coltivatori diretti o imprenditori agricoli a titolo professionale, ancorché incolti)

    F24 codice 3914

    9,5 per mille Il comune di Mozzanica, NON E' CLASSIFICATO comune montano, pertanto l'IMU è dovuta

    ABITAZIONI E PERTINENZE in categoria A/2-A/3-A/4-A/5/-A/6-A/7 ("seconde case")

    F24 codice 3918

    10,6 per mille L' IMU è dovuta anche nel caso in cui si possiedano pertinenze alla propria abitazione principale che eccedano il numero consentito (vedi TASI). L'IMU è applicata con l'aliquota intera sia per gli appartamenti affittati che per quelli sfitti o tenuti a disposizione. Per i comodati vedere quanto sotto specificato.

    COMODATI GRATUITI per immobili di proprietà di privati e dati in comodato gratuito (validità: solo tra genitori e figli e per 1 SOLO immobile tra quelli posseduti e dati in comodato)

    F24 codice 3918

    9,5 per mille Attenzione! l'IMU con l'aliquota agevolata è ammessa solo se viene effettuata la dichiarazione (su modello fornito dal Comune) entro il 31/12 dell'anno in cui ha inizio il comodato. Non serve ripresentarlo l'anno successivo in caso di continuità. Il presupposto è che vi siano le corrispondenze anagrafiche: chi occupa l'immobile deve risiedervi effettivamente.

    Schede di approfondimento:

    Il versamento e la dichiarazione IMU/TASI da parte degli enti non commerciali

     

     Documentazione di riferimento:

    Regolamento IMU in vigore per anno 2014

    Regolamento TASI  in vigore per anno 2014

    Delibera aliquote IMU 2014

    Delibera aliquote TASI 2014

     

     

    Riferimenti normativi:

    (Art. 1 comma 1 lettera b) DL 6/3/2014 n. 16 convertito dalla Legge 2/5/2014 n. 68: Il versamento della TASI è effettuato per l'anno in corso in due rate, di pari importo, scadenti la prima il 16 giugno e la seconda il 16 dicembre; il versamento della prima rata TASI è eseguito sulla base dell'aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell'anno precedente; il versamento della rata a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno è eseguito, a conguaglio, sulla base degli atti pubblicati nel sito informatico di cui all'art. 1, comma 3, del D.Lgs 28/9/1998 n. 360 e s.m.i., alla data del 28 ottobre di ciascun anno di imposta....)

    (Art. 13 bis così come aggiunto in sede di conversione del DL 8/4/2013 n. 35 dalla Legge 6/6/2013 n. 64: ....Il versamento della prima rata IMU è eseguito sulla base dell'aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell'anno precedente. Il versamento della seconda rata è eseguito, a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata, sulla base degli atti pubblicati nel sito informatico di cui all'art. 1, comma 3, del D.Lgs 28/9/1998 n. 360 e s.m.i., alla data del 28 ottobre di ciascun anno di imposta.....)